DOMANDE FREQUENTI

DOMANDE FREQUENTI

Una casa prefabbricata in legno dal punto di vista qualitativo e prestazionale è migliore rispetto agli altri materiali: Nella prefabbricazione tutte le componenti della struttura vengono realizzate in stabilimento con una più attenta e professionale cura dei dettagli. I tempi di montaggio si riducono a poche settimane: grazie a questo si può investire di più nella progettazione e nella qualità di materiali e finiture ottenendo una casa di valore superiore.

In primo luogo i costi sono certi e definiti. In secondo luogo i tempi di realizzazione sono notevolmente ridotti rispetto agli altri tipi di sistemi costruttivi. Date le caratteristiche dell’involucro edilizio si riesce a garantire un risparmio energetico del 60-70% rispetto ad una casa tradizionale, con una conseguente diminuzione dei costi di esercizio. Un ulteriore vantaggio, difficile da descrivere ma testabile solo di persona, è il comfort abitativo, assolutamente ineguagliabile: gradienti di umidità e temperatura sempre perfetti e un’ottima protezione dai rumori esterni. Infine, la garanzia di durata, dato che in termini di durabilità le case prefabbricate in legno, devono sottostare alle stesse norme e avere gli stessi requisiti di qualsiasi altro manufatto edile.

A parità di qualità, i costi di una casa prefabbricata in legno, sono inferiori a quelli di una casa in muratura o altro materiale, ma soprattutto i costi sono fissi e certi. Questa garanzia tutela l’acquirente fin dalla firma del contratto con notevoli vantaggi sia nella pianificazione del trasloco, sia nel pagamento del mutuo bancario: diminuiscono infatti i tempi di prefinanziamento e quindi anche gli interessi pagati all’istituto che eroga il prestito per l’immobile in fase di costruzione.

L’involucro edilizio penserà alla perfetta climatizzazione dell’ambiente, proteggendo dal freddo in inverno e dal caldo in estate e riducendo al minimo gli interventi di riscaldamento e raffrescamento artificiale. Per il resto, gli interventi di manutenzione sono pochissimi e di minima entità. Il produttore dovrebbe fornire il “manuale di istruzioni” dove sono descritte tutte le attività da svolgere e le modalità.

Quando acquistiamo un frigorifero, il venditore ci fornisce un valore medio relativo al consumo del nostro elettrodomestico in condizioni normali. Allo stesso modo si può ottenere dal costruttore di una casa un documento che ne descriva il consumo in una situazione climatica particolare. La certificazione energetica ci permette di pianificare la spesa media per la climatizzazione (invernale ed estiva) della nostra casa. In Italia si sente spesso parlare della certificazione Casaclima: redatta e adottata dalla provincia di Bolzano ma riferibile anche ad altre realtà.

La durata di una casa prefabbricata in legno è perfettamente paragonabile a qualsiasi altra realizzazione. La normativa non fa distinzioni di materiali o sistemi costruttivi per quanto riguarda la durabilità, ma definisce solo quanto deve durare il manufatto edile. Inoltre è in linea con i più rigidi standard europei per l’edilizia antisismica.

Prima di tutto occorre precisare che tutti i materiali a contatto con lo spazio abitato sono ignifughi e quindi assolutamente non infiammabili. In caso di incendio, comunque, il legno ha un comportamento più prevedibile rispetto ad altri materiali: carbonizza lentamente a velocità costante, non si sgretola collassando come il mattone e nemmeno si contorce fondendosi come l’acciaio. Grazie al contenuto d’acqua naturale presente nel legno e alla carbonizzazione della superficie esterna esposta, in caso di incendio la parte centrale può espletare la sua funzione portante molto a lungo grazie a questo strato protettivo naturale. La velocità di carbonizzazione del legno è pari a solo 0,7 mm al minuto. Per questi motivi, anche in questa situazione di emergenza, una casa in legno rimane più sicura.

In caso di sisma le case prefabbricate in legno esprimono il meglio del sistema costruttivo. La leggerezza e la duttilità delle strutture, permettono una risposta ottima alla sollecitazione da sisma, minimizzando i danni a persone e strutture.

Il mercato offre due linee di prodotto: le case standard o a catalogo e le case realizzate su progetto. Le case realizzate su progetto normalmente sono il risultato di una sinergia tra progettisti/cliente e il produttore. I progettisti possono realizzare edifici completamente personalizzati, senza nessun limite alla loro fantasia. Pareti curve, multipiano, villette singole o plurifamiliari, si contribuisce concretamente all’espressione della creatività architettonica nella bioedilizia!

NO! Le condizioni ideali per la formazione di funghi e muffe sono, oltre alla temperatura e al cambio d’aria, il permanere per lungo tempo in una situazione con umidità superiore al 20%. L’utilizzo di legno asciutto e la corretta gestione dei lavori di costruzione possono evitare che il legno sia esposto a umidità.
Le intercapedini devono essere costruite in modo tale da rendere impossibile l’accesso agli insetti e si può quindi gestire al meglio un’invasione incontrollata di insetti.

Si! Grazie alle sue proprietà è in grado di regolare l’umidità e perciò è spesso utilizzato in piscine e saune. Con il giusto ricambio d’aria il legno può nuovamente rilasciare umidità.

NO! Grazie alla scelta di tipi di legno resistenti (p.e. larice e douglasia) e di una protezione per il legno efficace tramite una sporgenza tetto sufficiente e facciate ventilate, il legno conserva la sua bellezza naturale nel tempo.

NO! La disponibilità di legno è garantita anche in futuro. Nelle foreste d’Europa crescono ogni anno molti più alberi di quanti se ne sfruttino per la legna. Con la costante e crescente disponibilità di legno l’uso di questa materia prima è destinato a crescere notevolmente.